martedì , 21 novembre 2017

Comunicati Regionali

Bando tutori volontari

Con il presente messaggio si richiama l’attenzione sul bando promosso dal Garante nazionale per l’Infanzia per la selezione di tutori legali di Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA). Tale figura è prevista dall’art.11 Legge 7 aprile 2017, n. 47, con cui viene disciplinata la complessiva e delicata materia della loro accoglienza, volta a superare le situazioni di precarietà e straordinarietà che coinvolge un crescente numero di minori, per la prima volta anche in una visione familiare. Per facilitarne la comprensione si allegano alcuni documenti illustrativi.
Ricordo che il tema dei MSNA  è stato affrontato da Papa Francesco nel suo messaggio  per la giornata mondiale del migrante e del rifugiato 2017, dal titolo “Migranti minorenni, vulnerabili e senza voce”, con cui ci sollecita a prendersi cura di questi minori tre volte indifesi: perchè stranieri, perchè inermi, perchè costretti  per varie ragioni a separarsi dalle loro famiglie nella speranza di una vita migliore”.
Vi prego di inoltrare questa comunicazione alle vostre famiglie aderenti per informare sulla possibilità di ciascuno di proporsi per il ruolo di Tutore volontario di MSNA in Toscana, avendo i requisiti per la presentazione della domanda e nei termini indicati.
Sul piano più generale delle modalità con cui affrontare questa emergenza, le nostre famiglie sono oggi ancor più interpellate sulla disponibilità a proporsi per una esperienza di  accoglienza di un minore o di una famiglia con figli in temporanea difficoltài  nelle diverse possibili forme, tutte in qualche modo riconducibili alla via privilegiata dell’affido temporaneo familiare.  E su questa particolare priorità il prossimo consiglio direttivo  sarà chiamato ad assumere iniziative propositive, con il contributo essenziale delle nostre associazioni di famiglie accoglienti, per vocazione aperte da sempre a farsi uno con un bambino che ha bisogno di un papà e di una mamma.
Ancora buone vacanze a tutti”
Gianni Fini

Bando tutori volontari

Ai presidenti e delegati dei soci aderenti.
Con il presente messaggio si richiama l’attenzione sul bando promosso dal Garante nazionale per l’Infanzia per la selezione di tutori legali di Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA). Tale figura è prevista dall’art.11 Legge 7 aprile 2017, n. 47, con cui viene disciplinata la complessiva e delicata materia della loro accoglienza, volta a superare le situazioni di precarietà e straordinarietà che coinvolge un crescente numero di minori, per la prima volta anche in una visione familiare. Per facilitarne la comprensione si allegano alcuni documenti illustrativi.
Ricordo che il tema dei MSNA  è stato affrontato da Papa Francesco nel suo messaggio  per la giornata mondiale del migrante e del rifugiato 2017, dal titolo “Migranti minorenni, vulnerabili e senza voce”, con cui ci sollecita a prendersi cura di questi minori tre volte indifesi: perchè stranieri, perchè inermi, perchè costretti  per varie ragioni a separarsi dalle loro famiglie nella speranza di una vita migliore”.
Vi prego di inoltrare questa comunicazione alle vostre famiglie aderenti per informare sulla possibilità di ciascuno di proporsi per il ruolo di Tutore volontario di MSNA in Toscana, avendo i requisiti per la presentazione della domanda e nei termini indicati.
Sul piano più generale delle modalità con cui affrontare questa emergenza, le nostre famiglie sono oggi ancor più interpellate sulla disponibilità a proporsi per una esperienza di  accoglienza di un minore o di una famiglia con figli in temporanea difficoltài  nelle diverse possibili forme, tutte in qualche modo riconducibili alla via privilegiata dell’affido temporaneo familiare.  E su questa particolare priorità il prossimo consiglio direttivo  sarà chiamato ad assumere iniziative propositive, con il contributo essenziale delle nostre associazioni di famiglie accoglienti, per vocazione aperte da sempre a farsi uno con un bambino che ha bisogno di un papà e di una mamma.
Ancora buone vacanze a tutti
Riportiamo la comunicazione del garante:

Carissimi,

come sapete, l’art. 11 della legge 7 aprile 2017, n. 47 istituisce la figura del tutore volontario dei minori non accompagnati. La selezione e la formazione degli aspiranti tutori è affidata ai garanti regionali per l’infanzia e l’adolescenza. Per le regioni in cui non è stato nominato il garante, tali compiti sono attribuiti temporaneamente all’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza.

L’Autorità è chiamata quindi ad agire nell’ambito di tre regioni: Sardegna, Toscana, Abruzzo. Anche la Valle d’Aosta è priva di garante regionale; tuttavia, a seguito di apposita delega, le funzioni di cui sopra sono state attribuite alla garante del Piemonte.

Il 12 luglio u.s. sul sito dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza è stato pubblicato l’avviso pubblico di selezione degli aspiranti tutori volontari dei minori non accompagnati nelle suddette regioni.

Il link è il seguente:

http://www.garanteinfanzia.org/news/minori-stranieri-non-accompagnati-bando-diventare-tutore-volontario

Affinché la popolazione venga a conoscenza di questa iniziativa di cittadinanza attiva, è fondamentale che vi sia massima diffusione non solo nei territori interessati, ma anche a livello nazionale: grazie alla sensibilizzazione sarà possibile che anche nelle regioni in cui è presente il garante regionale tale intervento previsto dalla legge porti a risultati che consentano ai minori stranieri non accompagnati di avere un’adeguata tutela.

Si chiede pertanto di contribuire alla diffusione dell’avviso, tramite pubblicazione nei siti istituzionali e l’utilizzo di ogni forma e canale che si riterrà idonea e opportuna.

Confidando in un positivo riscontro si inviano cordiali saluti

Si seguito i file allegati

Assemblea Generale sabato 10 giugno 2017

Assemblea generale del Forum Toscano delle Associazioni Familiari
E’ convocata l’assemblea generale del Forum per la mattina di sabato prossimo 10 giugno presso il Seminario di Fiesole. Un momento che riveste particolare importanza per i nostro soci, ma che abbiamo ritenuto opportuno aprire anche a rappresentanti di altre associazioni, movimenti ed enti con cui condividiamo l’ispirazione cristiana ed in particolare l’impegno o promuovere e sostenere il bene famiglia. In un tempo in cui la famiglia è chiamata  a svolgere i propri compiti in un contesto sociale e culturale più complesso e difficile, è opportuno un momento di riflessione e di dialogo, per ritrovare nella fedeltà ai carismi e alle vocazioni delle associazioni e movimenti di appartenenza delle nostre famiglie nuove energie, motivazioni e orientamenti, per essere anche in futuro un popolo capace di rinnovarsi e di interpretare la “Realtà e le sfide della Famiglia”, su cui Papa Francesco ci richiama in particolare nel secondo capitolo di Amoris Laetitia. E anche grazie agli interventi di Sua Eccellenza Mons. Meini e di Gianluigi De Palo, presidente del Forum Nazionale, e del dialogo con i partecipanti, potremo aprirci un orizzonte più ampio per fare meglio rete e la nostra parte  perchè  “Il bene Famiglia sia decisivo per il futuro della società e della Chiesa” essa stessa Famiglia.
Il presidente Gianni Fini

COMUNICATI STAMPA

novembre, 2017

  • 14 novembre

    PARITA’ E VIOLENZA SULLE DONNE. Genitori chiamati alla presenza

    PARITA’ E VIOLENZA SULLE DONNE. Genitori chiamati alla presenza Riunione di insediamento presso il Miur dell’Osservatorio Nazionale per il monitoraggio e la promozione di iniziative sulla parità tra i sessi e il contrasto della violenza contro le donne tra una forte e variegata presenza associativa. Presenti oltre il Forum delle …

    Leggi »
  • 10 novembre

    BENE RIMETTERE IL BONUS BEBE, MA E’ ANCORA TROPPO POCO

    BENE RIMETTERE IL BONUS BEBE, MA E’ ANCORA TROPPO POCO «Notiamo con piacere che dopo le nostre sollecitazioni si sta aprendo un fronte bipartisan per cercare di rimettere il bonus bebè nella legge di stabilità». Questo il commento di Gianluigi De Palo, presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari. «Come …

    Leggi »
  • 7 novembre

    COS’ALTRO DEVE SUCCEDERE PER CAMBIARE IL FISCO?

    COS’ALTRO DEVE SUCCEDERE PER CAMBIARE IL FISCO? «È una nuova conferma di quanto la famiglia fa per l’Italia e di quanto poco l’Italia fa per la famiglia» afferma Gigi De Palo, presidente del Forum delle associazioni familiari, commentando i dati dell’Osservatorio sul bilancio di welfare delle famiglie italiane presentati oggi.  …

    Leggi »