martedì , 15 ottobre 2019
Home / Ultima Ora / FAMIGLIA. IN CAMPO LE DONNE DELLA POLITICA

FAMIGLIA. IN CAMPO LE DONNE DELLA POLITICA

FAMIGLIA. IN CAMPO LE DONNE DELLA POLITICA

Giovedì 4 gennaio, Gianluigi De Palo, presidente del Forum delle Famiglie, ha lanciato dalle pagine di Avvenire la sfida alla politica. «Serve un Patto per la natalità », aveva detto citando, ancora una volta, le cifre di un drammatico crollo demografico. E, rivolto direttamente ai partiti, aveva chiesto «concretezza e realismo». La linea di De Palo è chiara da tempo: «chi fa figli va sostenuto». E ipotizza tre soluzioni: «si può agire sull’Irpef, si può immaginare una no tax area legata al numero dei figli o un forte potenziamento degli assegni» (leggi tutto).

Ora sono scese in campo le donne della politica. Dopo il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, che ha fissato famiglia e natalità come priorità della prossima legislatura, anche se dalle urne non uscisse un vincitore e anche per un eventuale governo di larghe intese.

Oggi a parlare sono sei donne di sei partiti a dire sì al Patto proposto dal Forum che verrà presentato ufficialmente nelle prossime settimane. Con toni diversi, con idee diverse ma con un obiettivo comune: costruire una Italia a misura di famiglia. E per centrarlo bisogna partire da un fisco che aiuti chi fa figli. Certo non c’è solo il fisco. Ci sono anche i servizi a cominciare dagli asili nido. Insomma una grande partita politica per una grande questione che interroga il Paese e che pretende risposte immediate.

Mara Carfagna (Forza Italia): «Coi soldi dei bonus 750mila posti in nido»

Roberta Lombardi (M5S): «La risposta è il reddito di cittadinanza»

Claudia Maria Terzi (Lega): «I figli sono il nostro futuro, ora lotta alla denatalità»

Laura Boldrini (Leu): «Le nascite crollano si rischia il declino. La politica si scuota»

Debora Serracchiani (Pd): «Un assegno unico per la famiglia»

Santanchè (Fdi): «Reddito-bimbo, nido gratis e no Iva sui pannolini»